ITA | ENG

Blog

ACCETTA L'UTILIZZO DEI COOKIES PER VEDERE QUESTO CONTENUTO

La storia del “pane del Babbo” raccontata da Elisabetta Pandolfini

Pubblicato il

Il laboratorio del Biscottificio rappresenta, per noi fratelli Pandolfini, la casa, un baule di ricordi che accompagna le nostre giornate. I profumi, i gesti della lavorazione, sono una vera coccola per noi che fin da bambini siamo cresciuti in mezzo alle dolcezze!

Quando la mattina presto arriviamo al Biscottificio e sentiamo il profumo del Filone di Pan Brioche appena sfornato, ci sembra di essere entrati nella macchina del tempo e per un attimo … la mente fa una capriola indietro e ci sembra di sentire i passi del nostro babbo, quando – rientrando dal lavoro – portava a casa il Filone di Pan Brioche, che per questo motivo da sempre abbiamo chiamato “pane del Babbo”.

Ogni mattina, le fette di “pane del Babbo” fresche erano la nostra colazione: la mamma ce le preparava con cura, durante la settimana con le marmellate fatte in casa e la domenica con la panna fresca fatta con il latte delle mucche del contadino vicino di casa… che bellissimi ricordi e che sapore! pensare che è ancora identico! si può proprio dire in questo caso: sfornare ricordi! Tanti auguri Babbo!

Provate anche voi a festeggiare il Babbo alla nostra maniera :)

Con il “pane del Babbo” – che si può trovare fresco nel negozio di Prato e su prenotazione anche a Firenze – si fanno i Biscotti della Salute (o fette tostate di Pan Brioche). Dopo un lento processo di doppia lievitazione i filoni ancora caldi vengono affettati a mano, e le fette vengono tostate dopo aver riposato 24 ore.

Oggi i Biscotti della Salute sono disponibile nelle tre varianti: Ricetta Classica, Integrale e Senza Zucchero. Gli ingredienti sono semplici e genuini: farina, burro, uova, zucchero, lievito, un pizzico di sale marino.

ACCETTA L'UTILIZZO DEI COOKIES PER VEDERE QUESTO CONTENUTO